Total Leasing Brescia

EMERGENZA COVID-19

Prosegui

LEASING AUTO

Rapido, veloce, efficace: per guidare senza pensieri.

Prosegui

LEASING VEICOLI COMMERCIALI

Costruisci la tua flotta di veicoli commerciali

Prosegui

LEASING STRUMENTALE

Ideale per rimodernare e potenziare la tua azienda.

Prosegui

LEASING IMMOBILIARE

Lo strumento più conveniente per acquistare o costruire il tuo immobile.

Prosegui

LEASING NAUTICO

Scopri i numerosi vantaggi del leasing sulle imbarcazioni.

Prosegui

FAQ misure di sostegno Decreto “Cura Italia” emergenza COVID-19

Come faccio a presentare la domanda di sospensione?

Sul sito di Total Leasing S.p.A. è disponibile, nell’area link utili/avvisi, l’informativa e l’autocertificazione (come prevista dal Decreto c.d. “Cura Italia”) da inviare, unitamente al documento d’identità, all’indirizzo email moratoria@totalleasing.it o tramite posta certificata a totalleasingspa@legalmail.it.

COME FACCIO A SAPERE SE LA MIA DOMANDA DI SOSPENSIONE È STATA PRESA IN CARICO DA TOTAL LEASING?

Al ricevimento della domanda Total Leasing S.p.A. procederà a processare la stessa e a sospendere immediatamente il contratto.

Verificati i requisiti Total Leasing S.p.A. procederà a comunicare, eventuale diniego, con l’indicazione dei motivi, ovvero conferma di adesione con i dettagli della sospensione.

Le numerose richieste richiederanno tempi di lavorazione particolarmente lunghi e conseguentemente, nostro malgrado, non ci consentono di fornire riscontri in tempo reale rispetto alle istanze ricevute.

QUALI SONO I REQUISITI PER ACCEDERE ALLA SOSPENSIONE PREVISTA DAL DECRETO c.d. “CURA ITALIA”?

Hanno diritto di accedere alle misure di sostegno previste dall'art. 56 del Decreto "Cura Italia", n. 18 del 17/03/2020 le piccole e medie imprese come definite dalla Raccomandazione della Commissione europea n. 2003/361/CE del 6 maggio 2003, aventi sede in Italia, che abbiano subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e le cui esposizioni debitorie non siano, alla data di pubblicazione del decreto, classificate come esposizioni creditizie deteriorate ai sensi della disciplina applicabile agli intermediari creditizi.

Ulteriori informazioni sono disponibili consultando direttamente il sito del MEF utilizzando il seguente link: mef.gov.it/covid-19/faq.

CI SONO ATTIVITÀ ECONOMICHE (ATECO) CHE NON POSSONO ADERIRE ALLA SOSPENSIONE PREVISTA DAL DECRETO c.d. “CURA ITALIA”?

No il Decreto c.d. “Cura Italia” non prevede l’esclusione di alcuna attività economica.

HO UN CONTRATTO STIPULATO L’01/03/2020, POSSO COMUNQUE ACCEDERE ALLA SOSPENSIONE PREVISTA DAL DECRETO c.d. “CURA ITALIA”?

Sì, possono accedervi i contratti stipulati fino al 17/03/2020 compreso, ancorché non ancora decorsi in quanto la consegna non sia ancora avvenuta.

HO GIÀ PRESENTATO LA RICHIESTA DI SOSPENSIONE MA NON HO UTILIZZATO LA MODULISTICA DA VOI PREDISPOSTA, POSSO COMUNQUE ACCEDERE ALLA SOSPENSIONE O DEVO RIFORMULARLA SU VOSTRA MODULISTICA?

Qualora la domanda formulata rispetti i requisiti previsti dal Decreto c.d. “Cura Italia” non sarà necessario riformulare la stessa.

SONO UN LIBERO PROFESSIONISTA, POSSO ACCEDERE ALLA MORATORIA COME DA DECRETO c.d. “CURA ITALIA”

Sì, a patto che vengano rispettate le condizioni previste dal Decreto “Cura Italia”.

Le misure di sostegno di cui all’art. 56, del Decreto "Cura Italia", n. 18 del 17/03/2020 non trova applicazione alle persone fisiche.

Ulteriori informazioni sono disponibili consultando direttamente il sito del MEF utilizzando il seguente link: mef.gov.it/covid-19/faq.

SE CHIEDO LA SOSPENSIONE E DOVESSI NON AVERNE PIÙ BISOGNO, POSSO RICOMINCIARE SUBITO A PAGARE?

L’azienda che ha richiesto di aderire alle misure di sostegno del Decreto c.d. “Cura Italia” può rinunciare in qualsiasi momento alla sospensione (sia della quota capitale, sia dell’intera rata), previa specifica comunicazione a Total Leasing S.p.A.. Quest’ultima provvederà a segnalarLe, a stretto giro, le modalità per la riattivazione dei pagamenti.

Ulteriori informazioni sono disponibili consultando direttamente il sito del MEF utilizzando il seguente link: mef.gov.it/covid-19/faq.

SE IL CONTRATTO SCADE ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2020 POSSO ACCEDERE COMUNQUE ALLA MORATORIA?

Sì è possibile.

LA MIA AZIENDA FA PARTE DI UN GRUPPO ECONOMICO CON PIÙ SOCIETÀ CHE SVOLGONO ATTIVITÀ DIVERSE E QUINDI COLPITE DALLA CRISI IN MODO DIFFERENTE. LA RICHIESTA DI SOSPENSIONE PUÒ VALERE SOLO SU ALCUNE DI ESSE?

Ciascuna azienda può richiedere la sospensione se presenta le caratteristiche previste dal Decreto “Cura Italia”.

ESISTE UN TERMINE PER ACCEDERE ALLA SOSPENSIONE PREVISTA DAL DECRETO c.d. “CURA ITALIA”?

Sì, la domanda deve essere presentata entro il 30 settembre 2020.

QUAL È IL TERMINE PREVISTO PER LA SOSPENSIONE?

Il Decreto c.d. “Cura Italia” prevede che il pagamento dei canoni in scadenza prima del 30/09/2020 sia sospeso sino al 30/09/2020. Potrà pertanto essere richiesta la sospensione per i canoni in scadenza dal 18/03/2020 (data pubblicazione del Decreto c.d. “Cura Italia”) alla data del 30/09/2020.

Ulteriori informazioni sono disponibili consultando direttamente il sito del MEF utilizzando il seguente link: mef.gov.it/covid-19/faq.

SE NON PAGO LA RATA CON SCADENZA APRILE 2020, QUESTA VIENE RICOMPRESA NELLA SOSPENSIONE? OPPURE VENGO SEGNALATO COME CATTIVO PAGATORE?

Se ha inviato una richiesta di sospensione entro il 30/04/2020 e la sua richiesta rispetta tutti i parametri previsti per poterne beneficiare, se lo richiede, la rata non pagata verrà fatta ricomprendere nel periodo di sospensione e conseguentemente il canone in scadenza aprile 2020 non verrà segnalato come insoluto, anche se non pagato.

HO INOLTRATO RICHIESTA DI SOSPENSIONE, PER QUALE MOTIVO MI È STATO ADDEBITATO IL CANONE CON SCADENZA APRILE 2020?

Gli SDD riferiti alla scadenza del mese di aprile 2020, conformemente ai tempi di lavorazione richiesti dalle Banche, sono stati emessi in data antecedente alla data di pubblicazione del Decreto Legge c.d. “Cura Italia”.

Risulta pertanto corretto che l’SDD abbia fatto il suo corso regolare.

Qualora abbia presentato richiesta di sospensione a decorrere dal canone con scadenza aprile 2020 potrà chiedere alla sua Banca, ovvero provvedere direttamente qualora avesse la funzionalità ‘home banking’ del suo conto, di provvedere allo storno del SOLO movimento di addebito SDD con scadenza 01/04.

Per contro, la Delega Sepa dovrà essere mantenuta attiva per consentire la regolare prosecuzione degli addebiti conformemente al tipo di sospensione da Lei richiesta.

HO INOLTRATO RICHIESTA DI SOSPENSIONE, COME VERRÀ REGOLATO IL CANONE ADDEBITATO CON SCADENZA APRILE 2020 CHE AVEVO RICHIESTO RIENTRASSE NELLA SOSPENSIONE?

Se la richiesta con l'autocertificazione è stata presentata, sussistono i criteri per la sua accettazione e la rata con scadenza aprile 2020 fosse stata pagata, Total Leasing S.p.A. provvederà ad emettere, quanto prima possibile, relativa nota di credito per poi provvedere, seguito dimostrazione dell’effettivo pagamento, al relativo rimborso, decurtando (qualora la sospensione riguardi la sola quota capitale) l’eventuale rateo di interessi già decorsi sulle coordinate bancarie che vorrà comunicarci.

HO PRESENTATO LA RICHIESTA DI MORATORIA SUCCESSIVAMENTE ALLA SCADENZA DEL CANONE, CHE È ANDATO INSOLUTO. IL CANONE INSOLUTO VERRÀ RICOMPRESO NEL PERIODO DI SOSPENSIONE?

I canoni maturati dopo l’entrata in vigore del D.L. (17 marzo) possono essere inclusi nel periodo di sospensione, anche se la comunicazione di sospensione è presentata dopo la scadenza di tale rata non pagata sempreché ne venga effettuata esplicita richiesta dall’azienda. Ulteriori informazioni sono disponibili consultando direttamente il sito del MEF utilizzando il seguente link: mef.gov.it/covid-19/faq.